Archivi

Ecosistema Urbano 2010: Siena 1^ in Toscana ma è allarme rosso per rifiuti e consumi energetici

Firenze – Nonostante la discreta qualità dell’aria, i bassi consumi di acqua, un trasporto pubblico sufficiente, una buona dotazione di spazi per bici, e un ottima presenza di aree verdi e ZTL, la Toscana rivela ancora molte note negative a cominciare dall’allarme rosso per la produzione di rifiuti e per i consumi energetici.

E’ questo il quadro che emerge dal XVII° rapporto di Ecosistema Urbano, l’indagine promossa da Legambiente sulla qualità della vita nelle città di tutta Italia, presentata oggi in Palazzo Vecchio a Firenze. Per quanto riguarda la Toscana la ricerca evidenzia da una parte i passi avanti dei capoluoghi per la qualità dell’aria, per la ztl, per il verde cittadino, ma dall’altra parte si segnala la produzione eccessiva dei rifiuti, i consumi energetici e idrici troppo alti. Insomma un quadro a luci e ombre per il quale, secondo Legambiente c’è ancora molto da fare da parte delle amministrazioni.

Per quanto riguarda la classifica, Siena perde una posizione rispetto allo scorso anno ma resta prima in Toscana e 6^ a livello nazionale: può vantare un ottimo trasporto pubblico, un buon risultato nel settore termico, una ZTL particolarmente estesa, una buona qualità dell’aria; la città è agli ultimi posti invece per la produzione procapite di rifiuti, consumo di carburanti e consumo elettrico domestico procapite.

A seguire c’è Livorno, 7^ a livello nazionale, e capoluogo toscano che produce meno rifiuti solidi urbani; Arezzo guadagna 11 posizioni ed è la città che consuma meno acqua della regione; Lucca guadagna sette posizioni ed è seconda in Italia per aree verdi.

Battuta d’arresto invece per Firenze che perde sette posizioni, collocandosi al 45° posto: migliora la qualità dell’aria ed è 2^ in Italia per processi di pianificazione, ma produce troppi rifiuti ed ha notevoli consumi energetici. Male anche Pisa che ne perde sei rispetto alla scorsa edizione: è prima in Italia per aree verdi ma è la peggiore in Toscana (e tra le ultime 10 in Italia) per consumi di elettrodometsici, idrici e per numero di veicoli per abitante. Bassa classifica anche per Grosseto (77^) e Pistoia (85^).

I dati di Legambiente sono stati ottenuti grazie a 125 parametri ambientali, raccolti sulla base di questionari e interviste ai 103 comuni capoluogo di provincia e di altre fonti statistiche, e sintetizzati in 25 indicatori di qualità ambientale

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 18 Ottobre 2010. Filed under Cronaca. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.