Archivi

Eaton: anche Epifani dai lavoratori che occupano l’azienda

Massa – Dopo la rottura al tavolo delle trattative, i lavoratori della Eaton proseguono l’occupazione dell’azienda a Massa. 

Nel pomeriggio anche il segretario generale della Cgil Guglielmo Epifani si recherà alla Eaton per parlare con i lavoratori.

Durissima la condanna arrivata dal prefetto di Massa Carrara, Giuseppe Merendino nei confronti dell’azienda per il comportamento intransigente mostrato durante la trattativa per salvare i posti di lavori. “Dopo che l’azienda si è rifiutata di ritirare le lettere di licenziamento per i 304 lavoratori e di avviare la cassa integrazione in deroga – ha dichiarato – non mi sento più responsabile dei problemi di ordine pubblico che potranno avvenire sul territorio provinciale”.

La responsabilità – ha concluso il prefetto – sarà esclusivamente della Eaton e non degli enti locali che hanno fatto di tutto per evitare scontri”.

Dal canto suo il Presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, ha annunciato che chiederà al Ministero dello sviluppo economico una riconvocazione urgente del tavolo per la Eaton.

Il presidente lo ha comunicato direttamente ai lavoratori. Rossi è infatti giunto a Massa ieri sera per testimoniare la solidarietà della Regione ai lavoratori da tempo impegnati in una dura vertenza e che ora, nel mezzo di un percorso avviato – ma non ancora concluso – per rendere possibile una nuova iniziativa industriale, si vedono negare ogni sia pur minimo sostegno al reddito.

”Di fronte a un simile atteggiamento i lavoratori non potevano non occupare”, ha commentato Rossi, che ha anche avuto parole di apprezzamento per l’operato del prefetto di Massa che ha lavorato per scongiurare le conseguenze più gravi, anche invitando l’azienda a non provocare la rottura.

Una scelta irresponsabile e cinica”. Questo infine il commento del segretario generale della Cgil Toscana Alessio Gramolati.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 7 Ottobre 2010. Filed under Cronaca,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.