Archivi

Cuccioli abbandonati nei boschi di Vaiano (Po): scoperti i responsabili

Prato – Hanno abbandonato 10 cuccioli di cane nei boschi di Vaiano, nel pratese, pensando di farla franca, ma grazie al lavoro certosino compiuto dal personale del Corpo unico della polizia municipale di Cantagallo – Vaiano e Vernio, insieme a quello della polizia municipale di Prato, i responsabili sono stati individuati e denunciati.

Si tratta di una coppia di coniugi 40enni residente a Prato e proprietaria dei due cani, genitori dei cuccioli abbandonati alla vigilia di Natale 2010.

Dopo il loro ritrovamento i vigili della Val di Bisenzio si sono subito attivati per cercare una sistemazione per i piccoli infreddoliti e impauriti e vista l’impossibilità del canile pratese di ricevere nuovi arrivi, li hanno portati nei locali del comando di Vaiano.

Intanto però le indagini sono andate avanti. Dopo aver ricevuto la segnalazione di un annuncio che prima dell’abbandono proponeva 10 cuccioli in regalo si è risaliti all’autore dell’inserzione: una donna, proprietaria di un cane meticcio femmina, che non era riuscita a spiegare in modo convincente l’affidamento a terzi dei cuccioli che aveva in possesso.

E’ stato scoperto poi che il marito della donna era intestatario di un cane maschio e da qui è nato il sospetto che questi due animali adulti fossero i genitori dei cuccioli ritrovati.

Per averne la certezza su delega della Procura è stato effettuato un test comparativo del DNA tra i cani dei sospettati e i dieci cuccioli abbandonati, che nel frattempo hanno trovato una sistemazione.

I risultati hanno evidenziato, con un margine di probabilità superiore al 99,98%, che i cani dei sospettati sono i genitori dei cuccioli abbandonati.

Guarda la galleria fotografica dei cuccioli abbandonati:

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 10 Giugno 2011. Filed under Cronaca. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.