Archivi

Crisi: 6 milioni di euro per creare impresa e occupazione in Toscana

Firenze – Ancora sei milioni di euro per rilanciare l’economia toscana: è quanto stanziato dalla Regione con un bando che scadrà il prossimo 29 ottobre.

Il bando finanzierà progetti che interesseranno cinque grandi settori, considerati dalla Regione in affanno o particolarmente importanti per la sostenibilità del sistema. L’obiettivo è quello di creare impresa ma soprattutto nuovi posti di lavoro.

Nel bando infatti si prevede l’obbligo di individuare preventivamente le imprese destinatarie dei progetti, assegnando un punteggio di priorità qualora il progetto si rivolga, oltre che agli occupati, anche a disoccupati, soggetti in cassa integrazione o mobilità. Per questi è prevista la formazione in vista di un loro reinserimento sul mercato del lavoro.

Inoltre nel bando si chiede che vengano indicati obiettivi di stabilizzazione o incremento dell’occupazione, attraverso l’impegno, alla trasformazione di almeno il 30% dei contratti a tempo determinato, presenti nelle imprese, in contratti a tempo indeterminato oppure con la loro proroga di almeno 24 mesi.

Tra i settori prescelti c’è quello delle energie e dell’economia verde, considerato dalla Regione cruciale, al quale andranno quasi 2 milioni di euro; seguono il manifatturiero con 1.600.000 euro; la nautica da diporto e lo spettacolo, con un milione di euro a testa; e gli antichi mestieri con 600mila euro.

Per maggiori informazioni e per scaricare il bando clicca qui.

“In questa fase ancora caratterizzata da forti difficoltà per le nostre imprese è più che mai necessario investire sul capitale umano, sulle competenze dei lavoratori e degli imprenditori- ha dichiarato oggi l’assessore alle attività produttive della Regione, Gianfranco Simoncini – L’economia sta cambiando e il nostro sistema produttivo deve potersi adeguare a questi cambiamenti per non restare indietro e reggere la concorrenze sui mercati mondiali”.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 16 Luglio 2010. Filed under Cronaca,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.