Informativa sull'uso dei cookie

Archivi

Be.Long, piattaforma per chi studia e lavora a Firenze: dagli affitti ai servizi

Santa Croce firenze

Incentivare gli affitti a medio-lungo termine, fornendo alternative alle piattaforme tradizionali grazie a servizi e incentivi, e rendendo Firenze sempre più una città della conoscenza e dell’innovazione: sono gli obiettivi del progetto Be.Long, promosso da Comune di Firenze e Destination Florence CVB, in collaborazione con Università di Firenze, Istituti di formazione, Incubatori e spazi di co-working.

Il progetto, presentato oggi in una conferenza stampa in streaming, avrà come strumento principale la creazione di una nuova piattaforma per mettere in contatto l’offerta di appartamenti con una specifica domanda: quella di studenti, soprattutto internazionali, start upper e smart worker.

conferenza stampa be.long

Be.Long nasce per intercettare una domanda specifica – ha spiegato Cecilia del Re, assessore al turismo del Comune di Firenze, durante la conferenza stampa – Vogliamo attrarre a Firenze un target diverso da quello del turismo di massa, promuovendo la città come destinazione per affitti a medio e lungo termine in grado di dare risposta ai bisogni di nuovi soggetti emergenti come smart worker, startupper e studenti, attraverso servizi di accoglienza e agevolazioni”.

L’obiettivo del progetto è duplice: da una parte intercettare un segmento di pubblico che nel 2019 ha contato in tutto il mondo 3 mln tra studenti, smart workers, liberi professionisti, creatori di start-up, e che, anche a causa della pandemia, potrebbe crescere, vista l’affermazione del lavoro da remoto; dall’altra tornare a far vivere Firenze e in particolare il centro storico, favorendo le permanenze più lunghe, e riducendo il mordi e fuggi del turismo di massa.

Al progetto Be.Long hanno collaborato le due principali associazioni di locazione come My Guest Friend e Property Manager, oltre a Università e Istituti di formazione, che contribuiranno rilanciando la piattaforma anche attraverso i propri canali.

Come funzionerà la piattaforma Be.Long (utenti)

piattaforma be.long

La piattaforma Be.Long sarà on line sul portale destinationflorence.com dal 30 di aprile.

E’ prevista una sezione dedicata alla ricerca dell’alloggio a medio e lungo termine con una vetrina degli appartamenti regolamentati. Inoltre sono previste diverse sezioni, ognuna per una categoria di interesse: trasporti e mobilità, raccolta differenziata e associazioni di volontariato, oltre a informazioni su attività di studio, formazione, banche e burocrazia.

L’obiettivo è dare allo studente o al lavoratore una serie di servizi che gli consentano non solo di risiedere ma anche di vivere la città. Tra questi la Firenze Welcome Card, codici riduzioni su tour e visite, il 20% di sconto per la prenotazione in strutture alberghiere per familiari e amici in visita e sconti per gli spazi di co-working in città.

Inoltre, come spiegato da Carlotta Ferrari, direttrice del Destination Florence CVB, è allo studio la creazione di punti di riferimento sul territorio per chi utilizzerà la piattaforma, in collaborazione con gli Uffici IAT del Comune di Firenze.

Come aderire alla piattaforma Be.Long (proprietari)

benefit proprietari be.long

I proprietari di appartamenti o le agenzie che volessero aderire alla piattaforma dovranno versare una fee d’ingresso per entrare a far parte del network di Destination Florence CVB. Non sono previste commissioni invece sugli affitti.

Ogni proprietario riceverà il riconoscimento “Quality Certiefied” che attesta la qualità e la conformità dell’appartamento agli standard previsti (dal wi-fi agli impianti a norma, dai portoni blindati alla caldaie non più vecchie di 10 anni) e l’adesione alle condizioni contrattuali, come la durata della locazione, la conformità alle normative di riferimento e la condivisione dei dati con Destination Florence CVB per studi di settore.

Per i proprietari che aderiranno sono previsti benefici, molti ancora in via di definizione: tra questi, chi aderirà con il canone concordato godrà di un’agevolazione sull’Imu, che, secondo quanto annunciato dall’assessore del Re, dovrebbe essere pari al dimezzamento della quota.

I proprietari di appartamenti che fossero già interessati ad entrare a far parte del progetto possono contattare Destination Florence CVB

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 1 Aprile 2021. Filed under Cronaca,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.