Archivi

Aumentano in Toscana i passeggeri dei treni regionali

Firenze – La presentazione del Report 2011 sui treni regionali è stata l’occasione per annunciare almeno una buona notizia per i pendolari: coloro che utilizzano l’abbonamento Pegaso (treno + autobus) finalmente, potranno ricevere i bonus di rimborso come tutti gli altri abbonati, in caso di disservizi sulle linee ferroviarie.

Fino a questo momento, infatti, chi aveva scelto la modalità integrata era stato escluso dai rimborsi per i disservizi ferroviari. C’è voluto un lungo lavoro di vaglio delle possibili alternative di viaggio, ha spiegato l’assessore regionale ai trasporti Luca Ceccobao, per arrivare ad una tabella con oltre 770 diverse relazioni di riferimento.

I titolari di carta Pegaso dovranno conservare da ora in poi i loro abbonamenti e verificare periodicamente se per le linee da loro utilizzate è previsto o meno il bonus. Il primo abbonamento Pegaso da conservare sarà quello di maggio 2012. La prima richiesta di bonus potrà esser fatta tra il 30 giugno e il 10 luglio 2012.

Per avere diritto al bonus bisogna superare un indice di riferimento che quantifica i disagi subiti dal pendolare lungo una qualsiasi delle linee

Gli indici di riferimento delle linee posso essere reperiti presso le biglietterie Trenitalia, sul sito di Trenitalia e sul sito della Regione. Informazioni anche al Contact Center della Regione al numero verde 800.570.530.

Trasporto ferroviario regionale nel 2011 – Nell’anno del drastico taglio di risorse governative al trasporto pubblico locale aumentano i passeggeri dei treni, spinti a queste scelta, forse, anche dal caro benzina. Ogni giorno in Toscana si spostano in treno oltre 200.000 persone, di cui almeno 184.000 entro in confini regionali. I passeggeri sono cresciuti del +7,5%. I treni sono stati più puntuali rispetto al 2010, +1,4% e un minor numero di treni sono stati soppressi – 0,22%.

La media regionale dei treni arrivati puntuali o comunque entro cinque minuti dall’orario previsto è stata nel 2011 del 92,2%, l’1,4% in più rispetto al 90,8% del 2010.

Le linee dove si è viaggiato meglio – secondo il Report 2011 – sono state la Firenze-Pisa, con un indice di puntualità del 95,9%, e la Firenze – Arezzo – Chiusi mentre le linee che hanno fatto registrare i risultati peggiori ( sempre in termini di puntualità) sono state la Pisa-Lucca-Aulla la Firenze – Vaglia – Borgo San Lorenzo, la Siena – Chiusi e la Firenze – Siena – Grosseto.

Vita difficile per i pendolari sulla linea Siena — Firenze (soppressioni + 0,4%, puntualità — 3,6%), sulla Siena — Chiusi (soppressioni + 0,1%, puntualità — 2,7%), sulla Faentina (puntualità — 2,1%) e sulla Lucca — Aulla (puntualità 85%).

I disagi su queste linee si sono concentrati soprattutto nei mesi di giugno e luglio.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 19 Aprile 2012. Filed under Cronaca,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.