Archivi

Alta velocità: avanti sul tunnel, ma si apre un tavolo di confronto

Firenze – Il tunnel per il passaggio dell’Alta Velocità ferroviaria a Firenze va avanti, ma sarà costituito un tavolo di confronto per cercare un’intesa su cinque punti considerati base per un accordo definitivo.

E’ questo il risultato del vertice sull’Alta Velocità, durato due ore, che ha visto incontrarsi oggi a Firenze l’amministratore delegato di Fs Mauro Moretti, il presidente della Regione Toscana Enrico Rossi, il presidente della Provincia di Firenze Andrea Barducci e il sindaco Matteo Renzi.

Fermare i lavori sarebbe una iattura – ha detto il governatore della Toscana – abbiamo però deciso di costituire un tavolo che tornerà a riunirsi già prima della pausa estiva, per discutere su cinque punti su cui poi sottoscrivere un accordo”.

I punti riguardano la costituzione di un Osservatorio per il monitoraggio degli aspetti ambientali e relativi alla salute; l’uso di una sola “talpa”, invece che due, nello scavo del tunnel di 7 chilometri; l’assicurazione dello smaltimento adeguato delle terre prodotte dallo scavo; garanzie per la sede tecnologica dell’Osmannoro; il collegamento tra la stazione di Santa Maria Novella e la nuova stazione progettata da Norman Foster.

Il presidente della Regione Enrico Rossi

Prima dell’incontro sull’Alta Velocità , Rossi e Moretti si sono confrontati sul trasporto pubblico locale. La Regione ha avuto la garanzia, che una volta completato il tunnel i binari di superficie liberati saranno utilizzati per il trasporto metropolitano regionale, con 110-130 treni del sistema cadenzato “Memorario” o fino a 250 treni al giorno con l’orario normale.

Intanto questa mattina, in occasione dell’incontro, circa 20 persone aderenti al Comitato contro il sottoattraversamento Av e del Comitato Salviamo Firenze hanno manifestato davanti a Palazzo Strozzi Sacrati, sede della Regione Toscana.

Soddisfatto dell’incontro il Presidente della Provincia di Firenze Andrea Barducci. “Siamo passati dalla fase di discussione del progetto a quella di gestione dell’impatto sulla città e sui cittadini – ha detto – gli enti locali hanno finalmente fatto proprio il progetto, e questo è un fatto politico importante”.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 21 Luglio 2010. Filed under Cronaca,In primo piano. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.