Archivi

Alluvione di Natale: al via il piano per prevenire il rischio idrogeologico

Firenze – E’ partito il piano regionale di messa in sicurezza delle zone a rischio idrogeologico colpite dall’emergenza alluvione dello scorso autunno: 50 milioni di euro sono stati stanziati ieri dalla Regione, di cui 1,3  come cofinanziamento del piano di sviluppo rurale. In tutto gli stanziamenti regionali sulle zone alluvionate ammontano a 58 milioni di euro.
Il piano varato è compreso in un programma più generale di risistemazione idrogeologica delle aree a maggior rischio del territorio toscano per l’attivazione del quale la Regione sta lavorando a un accordo di Programma con il Ministero dell’ambiente, che dovrebbe stanziare almeno altri 58 milioni di euro. Cifra che si aggiunge comunque alla somma di finanziamenti dovuti per i danni causati dall’alluvione di dicembre e gennaio. Le operazioni del piano serviranno  a mitigare i rischi idrogeologici in montagna, a mettere in sicurezza i bacini idrografici e intervenire nelle situazioni più urgenti.
I danni causati dalle alluvioni di dicembre 2009 e gennaio 2010 ammontano a oltre 510 milioni di euro, quelli ammissibili sono 427 milioni. Come ricordato ieri dal Presidente della Regione, Enrico Rossi, in una lettera al Premier Berlusconi, ad oggi nelle casse del Commissario straordinario figurano i 12 milioni di euro stanziati con ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri 3850/2010 e i 4 messi a già a disposizione dalla Regione che, sommati a i 58 stanziati fanno 62 milioni di euro in tutto. Si tratta, ha spiegato Rossi, del 29% delle risorse realmente necessarie. “Abbiamo deciso di anticipare questa somma – ha detto Rossi – per realizzare gli interventi di messa in sicurezza più urgenti. Attendiamo adesso che anche il Governo intervenga il prima possibile”.

Il programma varato dalla Regione rappresenta solo una parte delle priorità dei diversi bacini, per i quali serviranno risorse più ingenti: in particolare per l’Arno la Regione ha fatto sapere di avere stanziato nel 2005 risorse per circa 70 milioni di euro a fronte dei 50 milioni messi dallo Stato.

Ti piace questo sito? Vorresti contenuti personalizzati anche per il tuo?
Allora vai su cosa facciamo o contattaci su O3 Web Agency
Posted by on 1 Giugno 2010. Filed under Cronaca. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.